comments 4

contro la specializzazione, in difesa del caos

se uno nella vita vuole lavorare in editoria,

ma poi gli piacciono i fumetti, adora leggere riviste di moda, si rilassa cucinando, approfitta dei biglietti scontati per il teatro di ricerca, non disdegna un cinema con gli amici, passa il venerdì sera alle mostre e pensa che i telefilm siano la vera arte del futuro,

che male c’è?

Ugo Mulas, Alik Cavaliere, Biennale, Venezia, 1958

Ugo Mulas, Alik Cavaliere, Biennale, Venezia, 1958

Advertisements
Archiviato in:editoria e dintorni

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

4 Comments

  1. iamclumsy

    macché L.
    del resto il mio stage scade addirittura martedì.
    ci sono almeno tre giorni lavorativi di mezzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...