comments 2

addio (?) Grande Matrigna

e dunque ci siamo. domani cambio lavoro. o meglio luogo di lavoro: il lavoro è bene o male sempre lo stesso, sarò redattrice (nel settore ragazzi) ma in un posto diverso.

abbandono la Grande Matrigna e devo dire che se me lo aveste chiesto qualche mese fa probabilmente non vi avrei detto che sarebbe successo, ma a volte le occasioni ci prendono per mano.

Nuvole sulla Grande Matrigna
Nuvole sulla Grande Matrigna

sono un po’ spaventata, ho mal di testa e il collo che mi tira, segni forse di una tensione nascosta da qualche parte. ma tutto sommato potrei essere molto più nervosa, tutto sommato mi sento già un po’ più professionale. saranno i cinque o sei colloqui aggiunti sulle spalle o molto più probabilmente i mesi di stage e i riconoscimenti che hanno portato.

ce ne sarebbe da scrivere. prima di tutto di quante volte mi è stato più o meno velatamente fatto capire che c’era la fila dietro di me, che una per sostituirmi l’avrebbero trovata dappertutto, che non avevo niente di gustoso e concreto da mettere sul piatto della bilancia. e questo anche da persone valide, da capi “umani”, da compagni di sventura e amici. che però avevano introiettato la lezione, pare, di cosa voglia dire lavorare nella casa editrice più grande d’Italia, la Grande Matrigna.

che ti insegna che te o un altro è lo stesso, che ti induce a ringraziare per essere dove sei.

anche se hai passato sei mesi in un luogo, anche se conosci persone e procedure, hai sviluppato rapporti umani piacevoli e sai come lavorare velocemente e con sapienza. tutto questo non conta.

e nonostante tutto, non è stato facilissimo decidere di mettere il piedino fuori. anche se in questo caso il proverbio (chi lascia la via vecchia per la nuova…) aveva incognite da entrambe le parti.

e così domani si varca la porta e si scoprirà quanto della nuova Editrice sia Cenerentola e quanto Sorellastra. ma questa volta niente stage. da ora si entra nel magnifico mondo del contratto a progetto.

e tanto per cominciare, domani a Milano c’è sciopero dei mezzi…

Advertisements
Archiviato in:editoria e dintorni

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

2 Comments

  1. L.

    Un grandissimo in bocca al lupo, spero che lo sciopero non ti abbia creato troppi fastidi e spero di leggere qualche pensiero sui primi giorni.
    A volte mi sento in colpa per non aver mai dovuto fare un giorno di stage. E fra qualche giorno sarò anche io nella grande Milano, a parlare con qualcuno che sta in alto, per vedere se si può fare un salto di qualche tipo…o forse sono anche io una delle tante sostituibili…

  2. iamclumsy

    dello sciopero leggerai le solite due parole raffazzonate tra pile di carta.
    per quanto riguarda il sentirsi in colpa per non aver fatto nessun stage, direi che dovresti assolutamente togliertela e se hai domande rispondo con piacere. :)
    a questo punto in bocca al lupo anche a te e se posso esserti d’aiuto per la capatina milanese fammi sapere (trovi la mail nella pagina “chi sono”!): si sopravvive alla sostituibilità dall’alto solo essendo solidali nel basso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...