comments 2

mali di stagione

stamattina eravamo in due davanti al posto vuoto in metropolitana.

io le ho ceduto il passo e mi sono aggrappata con il mio nuovo librone (Trilogia della frontiera di McCarthy, yummie). ho visto che mi scrutava, ma mi sono persa tra cowboy, cespugli e volpi arrostite sotto il fuoco. poi ho tirato fuori un fazzoletto di carta e mi sono soffiata il naso. lei si è alzata: “Siediti”, e io: “Perché?”. “Sì, sì, siediti, siediti.”

A quel punto ho ceduto e mi sono seduta, e mi sono chiesta se questo lavoro ha già rovinato così tanto la mia faccia da farmi sembrare malaticcia e sul punto di uno svenimento, anche quando mi sento in forma.

Annunci
Archiviato in:Diario, vita precaria

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

2 Comments

  1. iamclumsy

    speriamo… io ho anche pensato che avesse valutato la mia pancia e avesse pensato che ero incinta (memore di ciò che era già successo qualche mese fa).
    mestiere sedentario…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...