comment 0

Bilbolbul 2010 – terzo quadro (compilation)

Pierre La Police @ Galleria Squadro

la prossima settimana sarò di nuovo a Bologna per la Fiera del Libro per Ragazzi e probabilmente mi ritaglierò qualche minuto per vedere alcune mostre di Bilbolbul che ancora mi mancano.

Sì, perché, amici!, le mostre di Bilbolbul sono aperte fino a tutto marzo. almeno alcune. e allora qui vi posto quelle che secondo me vale la pena di vedere prima che chiudano. una specie di compilation a fumetti.

Giacomo Monti @ NOSADELLADUE

Pierre La Police e il suo rigurgito fumettistico di cultura pop e b-movie horror. più di qualche punto di tangenza con Raymond Pettibon a mio parere.

Giacomo Monti, forse la mostra più bella di tutto il festival, la sua. nel nuovo spazio NOSADELLADUE, la prima residenza per artisti di Bologna, i disegni volanti e soprattutto la serie sulle foto di famiglia di Monti si fondono perfettamente con i muri antichi.

Came @ Betty&Books

al bellissimo Betty&Books (ché così avete anche l’occasione di farvi una cultura vera), il fuori festival di Came, ossia Laura Camelli, una delle appartenenti a Ernest,. tra creazioni al sempre vivo adigraf e pagine di taccuino. la vera meraviglia è la sua versatilità.

terzo numero di Two Fast Colour

Bacilieri (al Museo Archeologico) e Mattotti (alla Galleria Forni) che alla fine vanno sempre visti. l’uno scanzonato e l’altro poetico. facendo solo attenzione a non entrare quando la galleria Forni sta per chiudere per pranzo (io mi sono vista i quadri di Mattotti, tutti giocati sul bianco e nero e bellissimi, al buio…)

menzione speciale per Two fast colour, mostra dell’omonimo gruppo e rivista amburghese, che purtroppo è stata aperta solo per pochi giorni durante il festival Bilbolbul 2010 ma ha fatto a tempo a dimostrare che gli esperimenti underground e diy di gruppo rimangono sempre fecondi.

Annunci
Archiviato in:fumetto e illustrazione, scaffale

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...