comments 3

è in arrivo…

…la seconda antologia di racconti tratti da McSweeney’s da me curata.

Per tutti arriva il momento, a un certo punto della vita, in cui si sente il bisogno di capire da dove si viene. E immancabilmente, ricostruendo alberi genealogici, rovistando nei bauli in soffitta, interrogando vecchie zie pazze, si finisce per scoprire qualche strana storia fino ad allora più o meno consapevolmente dimenticata.
Timothy McSweeney, ispiratore della mitica rivista fondata da Dave Eggers, del suo passato sa questo: «Ero il quarto figlio e condividevo il compleanno con mio fratello maggiore, più vecchio di sei anni. La cosa strana è che da adulti eravamo, e siamo tutt’ora, piuttosto simili. Lui viveva in Inghilterra e per parecchi anni ci frequentammo molto poco, ma quando si presentò alla festa per l’ottantesimo compleanno di mio padre indossavamo lo stesso maglione marrone sopra una camicia bianca e portavamo gli stessi occhiali da lettura appesi a una cordicella. La leggenda famigliare vuole che in realtà fossimo gemelli e che io fossi rimasto nascosto nel ventre di mia madre per sei anni, riluttante a uscire. Io non ci credo, perché i due che sono passati di là in quel lasso di tempo non si ricordano di avermi visto».
In questa antologia abbiamo raccolto racconti biografici più o meno immaginari. Leggerete del dolore di una donna che nasconde distese di ghiaccio dentro di sé, delle peripezie di un detective improvvisato nella New York dei nostri giorni, dell’amore tra un uomo e un albero, della morte di un crudele cacciatore finito in pasto ai cannibali, dell’ultima corrida di una matador gentile, della costruzione e distruzione della Torre di Babele, di un viaggio nella coscienza su un treno in corsa sulle montagne d’America, del ritorno alla luce di una mummia di palude, del più grande artista di panorami mobili, dei baffi dell’ex presidente degli Stati Uniti. Tutto questo attraverso le parole di grandi scrittori, come Jonathan Ames, Alison Smith, David Means, Steven Millhauser, e di illustri sconosciuti, nel consueto impasto di assurdo e crudele, cui ci ha abituato la rivista “McSweeney’s”.

come sempre bellissima la copertina di Manuele Scalia.

L’uomo che sposò un albero e altre storie - copertina di Manuele Scalia per Strade Blu, Mondadori

Annunci
Archiviato in:scaffale

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

3 Comments

    • clumsy

      oooh! che onore. nel caso, ti consiglio il racconto di Shann Ray. mi dirai se ho azzeccato il gusto.

  1. zapotec

    ohhhh… ben tornata!
    Troppo hai lasciato questa platea senza la sua magnifica attrice!!!

    Con “amore”…

    Zapo

    PS: suggerisco una lettura anche io (ricollegandomi a vecchie questioni di post vetusti): L’ Economia della Truffa
    Autore Galbraith John K.
    Letturina semplice semplice (evita pure la prefazione che, come le descrizioni degli enologi finiscono per rovinare il gusto del buon vino, ne limiterebbe la visuale dell’autore e l’essenza che sprigiona dalle pagine del suo libro) ma che potrrebbe insegnare “qualcosa” a “molti”.

    Buona vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...