comment 0

Komikazen – Cronaca dal festival di realtà

Ravenna è una delle città del silen­zio dan­nun­ziane. Di certo è una città meta­fi­sica, da ombre corte di palazzi anti­chi bagnati dal sole freddo. Deserta. Que­sto all’una di un sabato d’ottobre.
Quando arrivo a Ravenna non c’è nes­suno tranne Elet­tra Stam­bou­lis e Gian­luca Costan­tini che escono dal Tea­tro Rasi, dove hanno appena assi­stito alla pre­sen­ta­zione alle scuole di Apo­sto­los Doxia­dis.
Ci incon­triamo per caso e per caso così mi capita di met­tere piede nella sede dell’Asso­cia­zione Cul­tu­rale Mirada prima del tempo e vedere in ante­prima la mostra del vin­ci­tore della sele­zione per gio­vani dise­gna­tori dell’Emilia Roma­gna legata al Festi­val Komi­ka­zen: Pie­tro Scar­nera.

continua…

Advertisements
Archiviato in:fumetto e illustrazione, scaffale

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...