comment 0

Su realtà e finzione – Giuseppe Genna

Sono sempre stata ossessionata dalla possibilità o impossibilità di capire cosa è vero e ora che tento di scrivere e scrivo di cose “vere” le domande tornano a galla. Ecco un pezzo tratto da Italia De Profundis di Giuseppe Genna, una nota all’inizio del racconto di una storia controversa. Si può raccontare? Si deve raccontare? Si deve nascondere e fingendo raccontare il reale? Si deve raccontare solo la “verità” che tanto mente anch’essa?

Questa è dunque la finzione. Cosa c’è di vero nella finzione? La finzione è vera? È romanzesca? È una storia? Questa è una confessione? La finzione, qui impiegata a fini di occultamento, è un occultamento? Di cosa? Esiste un’intensità di piacere maggiore dell’usuale nel leggere una finzione che nasconde una verità tragica? Viene solleticato qualcosa di morboso che risiede in chi legge? La finzione alimenta sospetti? Ammesso che sia vero, è un dilemma morale che si scioglie? Sono due? Non si sciolgono? La storia ruota attorno al dilemma morale? A ogni buon conto, tutelare la sopravvivenza o, meglio, le buone condizioni della sopravvivenza che viene spacciata per la vita, al momento, sembra essere una preoccupazione primaria. Perché? Verrebbero, nel caso, resi impossibili i desideri? La pena da comminarsi, attualmente, è interdire i desideri? La pena, dunque, è morale? È essa stessa un dramma morale?

Annunci
Archiviato in:scrittura

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...