comments 4

sarò la tomba di un satellite stanco


dicono che tra qualche ora potremmo essere colpiti da un pezzo di satellite, nella sua solitaria e triste caduta tombale verso la terra.
a me fa venire in mente questo: che mi portavo sempre in giro un pupazzetto appena mi allontanavo dagli amori miei, per il mio attaccamento animistico agli oggetti, che con quel feticcio mi sembrava di averli con me. prima di partire sfregavo il pupazzetto orcadito su collo di umano e gatto e poi ci dormivo assieme.
me lo fa venire in mente perché in mezzo al delirio di mia madre “andiamo in cantina” penso “e io con chi vorrei essere quando un pezzo di satellite mi conficcarà per terra con tutto il suo peso?”.
e mi viene anche in mente un racconto che ho tradotto di recente, in cui il cielo prende ad abbassarsi fino ad arrivare a qualche centimetro da terra e intanto un marito si rende conto che sua moglie si allontana e poi lo tradisce e si ritrova in quella decina di centimetri a preoccuparsi soltanto dell’amore della moglie, a volerle sfiorare una mano, anche se a breve saranno tutti frittelle.
stasera all’ora x del possibile impatto io sarò tra gente sconosciuta, nessun amore se non quello acerbo per la scrittura. se un pezzo da qualche centinaia di chili di satellite mi arriva addosso, me ne andrò così, in una gloriosa esplosione pop, sarò solo tomba di parole e carne per un esploratore dell’universo ormai stanco. senza mani da stringere.

Annunci
Archiviato in:Eρως

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

4 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...