comments 2

Manu Larcenet – Lo scontro quotidiano

(visto che stanno davvero chiudendo Splinder, mi devo sbrigare a recuperare gli scritti raccolti sul mio ex blog. oggi vi ripropongo la mia mini recensione della prima parte dello Scontro quotidiano di Manu Larcenet del 31 gennaio 2008, pezzo che ebbe addirittura l’onore di essere citato in un articolo di D di Repubblica. mica…! sul secondo qui)

Ognuno di noi ha un modo diverso di reagire a un lutto, al dolore, a una scomparsa. Certuni parlano, argomentano, costruiscono teorie, come per colmare il vuoto… Altri, al contrario, tacciono con lo stesso impegno di un bambino concentrato su un problema di matematica. Per quanto mi riguarda, le grandi sofferenze mi anestetizzano. che io parli o che resti in silenzio, sono vuoto. L’istantaneo annullamento di ogni emozione sembra essere il mio personale sistema di difesa. In questo modo sono capace di andare avanti. una parte di me si occupa degli altri, delle relazioni sociali, delle questioni pratiche insomma… mentre l’altra alberga nel mio angolo d’inferno rigorosamente privato, al riparo degli sguardi.

Marco è un fotografo di guerra che un giorno decide di ritirarsi nella campagna francese insieme al suo gatto e ai suoi attacchi di panico. Seguiamo le sue giornate, impariamo a conoscere quella paura che sembra bloccare ogni sua possibilità di allontanarsi dai riti abituali, quel buco nero dentro ben protetto dalla corazza che gli fa tenere un po’ a distanza tutti. Incontriamo con lui la veterinaria carina di cui si innamorerà, conosciamo il fratello e la sua fidanzata e vediamo la loro vita scorrere mentre quella di Marco sembra sempre un po’ più lenta.

quella paura paralizzante sembra così famigliare, così reale, vicina, conosciuta, anche se ancora (forse per un soffio, una trascurabile casualità) non vissuta. gli incontri/scontri con gli altri, la guerra sullo sfondo, la vittoria alle ultime elezioni dell’estrema destra, gli operai ogni giorno più dimenticati, i genitori che invecchiano, la difficoltà a fare il lavoro che si ama con onestà e soddisfazione. sempre con il terrore che tutto vada per il peggio o, ancor più straziante, che quello che ci accade passi inosservato, lasciandoci soli nel rosso e nero delle nostre notti dell’orrore.

a leggere Lo scontro quotidiano di Manu Larcenet (da poco uscito da Coconino Press) sembra di sfogliare la vita del più caro amico, quello che è sempre stato al tuo fianco, di cui conosci tutto, qualche cosa ammiri, qualcun’altra odi, qualche difetto accarezzi con tenerezza.

con affetto e calore te lo tieni vicino, in cuor tuo sperando sempre che tutto vada per il meglio, a lui e a te.

Advertisements
Archiviato in:fumetto e illustrazione, scaffale

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

2 Comments

  1. luci

    Io, dalla mia piccola parte, non ti ringrazierò mai abbastanza per avermelo consigliato.
    Credo che a parte tutto quello che scrivi e dici, la parte in cui lui fa le foto al cantiere che chiude, è una gigantesca lezione di buon giornalismo. “La storia più importante a volte sta davanti ai tuoi occhi, devi solo saperla vedere”, più o meno…

    • clumsy

      ma sei sicura che non sei stata tu a consigliarmelo? … io mi ricordo io e te a madrid, anzi no, forse era barcellona…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...