comments 4

Diario 1/9/2012 – In anticipo di una settimana

È sabato sera, ho un appuntamento di lavoro, e di piacere. Saluto il gatto.
Non amo gli ombrelli. Un mese almeno che non entro in metropolitana: nulla di diverso, a parte il fatto che con la pioggia le mie scarpe da tennis con la para liscia scivolano a ogni gradino.
Linea verde, fermata Centrale. Avrei pensato più gente. Prendo il sottopassaggio e davanti a me due modelle riempiono la galleria dell’insopportabile rotolare del trolley sulla gomma scanalata del pavimento. Raddrizzo le bacchette rotte dell’ombrello.
Torno in luoghi che l’anno scorso frequentavo spesso, curiosa di vedere chi ci sarà ora, fiera nella mia inconcludenza, sostenuta da una nemmeno troppo sottile forma di nonnismo.
Arrivo al numero giusto, le luci sono spente: hanno finito prima e la mia curiosità rimarrà insoddisfatta. Mi siedo su un fittone (per me esiste, anche se qui nessuno sa cos’è e portici ce ne sono pochi). Non so se mettermi a leggere Nori nell’attesa, temo poi di apparire spocchiosa. Di problemi del genere me ne faccio di continuo, troppo tesa a guardarmi dall’esterno. Anche questo è egocentrismo. Rifletto, allora, su cosa significa che ho più spesso con me un libro che qualcosa per scriverlo.
Otto e cinque. Di solito G. è puntuale. O almeno puntuale me lo immagino, non che abbia avuti molti altri appuntamenti con lui. Mi viene in mente così, ora, probabile spia della scarsa fiducia che ho in me stessa. Prima di chiamare e di annunciarmi, prima di suonare il campanello, metto in dubbio quel che so. E capisco di essere in anticipo di una settimana.
Mi allontano subito, fingendo svagatezza con la paura che qualcuno mi sorprenda. Il mio umore cambia repentino. I poliziotti camminano per l’atrio della stazione, io compro scatolotti con la farfallina di cartone e Char Siu Bao e Chow Mein nella pancia. La consolazione per quanto mi riguarda passa sempre dallo stomaco.
Passata un’ora risaluto il gatto. Sarebbe solo cattivo umore, se non mi ricordassero (anche a far questo non riesco da me) che sabato prossimo è il sessantesimo compleanno di mio padre.
Leggo le prime righe di Bassotuba non c’è “Io sono quello che non ce la faccio. Io sono stanco, anzi, stanchissimo. La vita moderna ha dei ritmi e delle pretese che tenerci dietro, io non ce la faccio. Oppure no.” e mi addormento.

Annunci
Archiviato in:Diario, scrittura

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

4 Comments

  1. No, no, di solito sono puntuale. Però una volta sono riuscito a presentarmi in una scuola di Pordenone con un mese esatto di anticipo. Avevo sbagliato a segnare nell’agenda. E almeno una volta l’anno mi succede di dover essere in due posti contemporaneamente, vedi.

    • clumsy

      Ciao Pani!
      nell’ordine:
      – i dizionari (io consulto lo Zingarelli) riportano solo il termine botanico, ma secondo la mitologia goliardica bolognese il fittone è questo http://www.sselmi.net/fittone.html
      – Nori è Paolo Nori, scrittore.
      – Bassotuba è un personaggio del suo (di Nori) romanzo Bassotuba non c’è

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...