comments 2

Appunti veloci – Chieregato/Setola

Inauguriamo una nuova rubrichetta, utile perlomeno a me. Non le chiameremo recensioni e infatti si chiamano Appunti veloci, perché qui appunterò pensieri più o meno sparsi sulle letture fatte, che non trovano il tempo (mio) per mettersi in forma più ordinata. Spero però di darvi comunque spunti e di invogliarvi a leggere (o sconsigliarvi, se accadrà). Se cercate tutti gli appunti, li trovate sotto la categoria Appunti veloci (ça va sans dire).

Dormire nel fango – Edo Chieregato/Michelangelo Setola – Canicola, 2012

È un libro di racconti pubblicato da Canicola. Li scrive Edo, li disegna Michelangelo. Sono tutti o quasi già apparsi su rivista, tutti o quasi su Canicola rivista. In più ci sono due finali, mi pare.
Edo scrive di infanzia per lo più, è una scrittura nostalgica, la bassa, le moto, i litigi tra bambini o col papà, i granchi, le bici, i punk. Michelangelo aggiunge melma e entomologia, insetti che si intravedono nell’ambra, carcasse, uccellini, deformità e baluginii.
A leggere questi racconti, a volte non semplici spesso poco concilianti, rimane una sensazione da acqua sporca, stagnante, le valli di Comacchio, che è anche quella qualità sognante, tanto emiliana, che non so quanto sia comprensibile a chi è fuori, di qualcosa che si intravede nella nebbia, dell’erba alta che lascia il posto alla pozzanghera, malinconia e bellezza.
Isole rimane per me il racconto più riuscito, Io sono pianto il più interessante.

Annunci
Archiviato in:fumetto e illustrazione

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...