comments 7

Rosalie Blum, je t’aime

Se potessi consigliare un solo fumetto per il 2012 – uno, solo uno – consiglierei di andare a ripescare i tre volumi (ma soltanto l’ultimo è uscito nel 2012) di Rosalie Blum di Camille Jourdy (Comma 22).

Rosalie Blum
e lo farei per questi motivi:

– perché è una storia: che regge dall’inizio alla fine, ben scritta, con personaggi solitari, un po’ folli e intrinsecamente deliziosi, in cui è un piacere immedesimarsi

– perché riesce a creare suspance, un mistero originale, e fa girare veloci le pagine, ma insieme ha un’aria leggera e fresca

– perché è un meccanismo perfetto, una storia riraccontata tre volte da tre punti di vista che riesce a non essere pedante o macchinosa. una storia che vi racconto poco perché vi dovete fidare, ché se la racconto troppo il gioco si rompe.

– perché è una trilogia di cui si è parlato pochissimo, anche se ha vinto il Prix Révélation ad Angoulême. e a volte va così, che se non stai attento le cose belle ti scappano sotto il naso

– perché l’autrice è una ragazza, e ha la mia età, e di fumettiste donne ce ne sono troppo poche.

qui potete iniziare a leggerlo e poi non ne potrete più fare a meno.

Rosalie Blum 2

Camille Jourdy – Rosalie Blum (Comma 22)
1. Un’impressione di déja vu
2. In alto le mani, abbasso i calcagni
3. Finché la barca va

Advertisements
Archiviato in:fumetto e illustrazione

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

7 Comments

  1. uff, perché non mi è arrivato prima questo consiglio? Alemo l’altroieri?
    Poco male, se in libreria ci fosse stato l’avrei visto di sicuro. Non mi resta che ordinarlo

  2. Pingback: Auto (e etero) consigli di lettura per il 2013 « labrocheuse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...