comment 0

Charles Burns e i suoi incubi più reali del reale

per chi conosce i miei gusti fumettistici non è un segreto che Charles Burns sia per me una specie di divinità.
ho quindi accolto la nuova opera del dio con il classico misto di eccitazione, reverenza e timore.
X’ed out è uscito nel 2011 in Italia per Rizzoli Lizard, The Hive l’ha seguito l’anno scorso e stiamo aspettando il terzo e finale capitolo su cui Burns sta ancora lavorando.
cominciando con il dire che non credo possiate dirvi ammiratori della nona arte, se non ritenete Burns uno dei suoi massimi esponenti e se non passate estasiati ore sulle sue storie e tavole, e mentre aspetto terrorizzata il capitolo finale della saga (le mie intuizioni saranno corrette? Charles, mi tradirai? Charles, riuscirai a tenere insieme tutto?), vi dico cosa mi sconvolge di questi due primi fumetti.

burns1

– Burns è un genio nel creare simbologie. anche quando a prima vista sembrano soltanto vignette slegate, o quando alcuni riferimenti sembrano soltanto aiutare la delineazione di un genere più o meno horror, a guardare più a fondo, rileggendo con più attenzione, muovendo le pagine avanti e indietro e ripescando vignette sorvolate, ci si rende conto di un “disegno” più attento, di un pattern, di una rete di rimandi, che contribuiscono a “costruire” la storia. tutto è significativo in Burns, non fate l’errore di pensare che non ci abbia pensato.

– Burns pare affrontare un nuovo capitolo della vita dell’uomo. se Black Hole trattava di adolescenza, sesso, politica, droga e cose del genere, qui quei temi rimangono, sì, ma si arricchiscono d’altro: rapporto con il padre e, probabilmente, rapporto della donna con il dare alla luce un figlio, gravidanze, aborti, relazioni sbagliate, relazioni malate, diventare genitori, vecchiaia, arte, immagine, eredità. tutto questo si inizia a vedere in trasparenza, dentro piccoli o grandi dettagli, che aspettano di “tornare” in un quadro più completo. ricalcando, credo, il movimento tipico dell’inconscio che rivela e nasconde parti della nostra mente, come illuminandola con eplosioni di un flash.

– tutto restando leggibile. voglio dire, non c’è problema se volete leggervi X’Ed Out e The Hive come delle “semplici” storie. ve lo permettono. vi potete gustare i mostracchioni, perdervi dietro il malessere sentimentale, etc. è concesso, viene narrativamente permesso. certo, come in tutte le grandi costruzioni artistiche e letterarie, i livelli di lettura sono molteplici, e più si va a fondo e più il gioco si fa interessante.

Burns2

volevo uscire dalla mia pelle… tagliare le linee… trasformarmi in qualcun altro…

da X’Ed Out. non ho visto l’originale, ma penso abbia una diretta attinenza con il titolo del volume – “tagliato fuori” – e con uno dei sensi della serie.

aspettiamo l’ultimo numero e poi vi saprò dire se dio è riuscito addirittura a superare Black Hole.

Charles Burns – X’Ed Out (2011) e The Hive (2012) – Rizzoli Lizard

Annunci
Archiviato in:fumetto e illustrazione, scaffale

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...