comments 2

Ritratto sentimentale a fumetti di Primo Levi (perfettamente riuscito)

medium_unstellatranquilla_sitoNon sono una grande amante delle biografie, lo premetto, ma in questo caso la pancia mi ha consigliato di comprare questo fumetto e alla fine ha avuto ragione.

Una stella tranquilla è un piccolo libriccino a fumetti, pubblicato da Comma 22 e scritto e disegnato da Pietro Scarnera.  Scarnera lo conoscevo per Diario di un addio, in cui racconta la storia dolente della lunga malattia e della morte del padre, e già da quel suo primo fumetto (pubblicato dal medesimo editore dopo la vittoria al Festival Komikazen 2009) mi era arrivata la sensazione di una narrazione rispettosa, che si avvicina all’oggetto osservato (in quel caso si trattava di una testimonianza diretta) in punta di piedi. La stessa sensazione me l’ha data la lettura di Una stella tranquilla, e io la trovo da un lato la conferma di uno stile, e dall’altro una prova ulteriore di un narratore onesto e affidabile.

Di cosa si tratta? Scarnera ha deciso di scrivere la biografia di Primo Levi, e del Levi narratore, tralasciando per quanto possibile il motivo principale per cui viene ricordato e concentrandosi sulle ragioni del suo narrare.
In questo piccolo formato (13×20), non usuale al fumetto nostrano, che mi pare comodo e insieme fortemente intimo, da libro che può essere portato sempre appresso e a volte consultato, Scarnera si affida al suo tratto morbido ma grafico, preciso ma sintetico per raccontare la storia del grande scrittore italiano dal ritorno dai campi di concentramento alla morte.

In tre capitoli viene ripercorsa la sua vita da “testimone” (il ritorno da Auschwitz e la scrittura di Se questo è un uomo), da “chimico” (il lavoro in fabbrica) e da “scrittore” (quando, dopo il pensionamento, può dedicarsi completamente ai libri), seguendo un criterio fortemente documentale.1499637_713058198725461_43252961_nScarnera, rispettando il carattere schivo di Levi, ha deciso di non fare supposizioni sulla sua vita privata, ma di utilizzare soltanto i testi scritti o le interviste orali, riportando solo quello che di Levi aveva detto lui stesso o i biografi ufficiali. Ecco perché il fumetto di Scarnera è punteggiato di citazioni (esplicite o implicite, di cui vengono riportate tutte le fonti in nota, che purtroppo – ma questo è un errore puramente editoriale – indicano il numero di pagina sbagliato. Aggiungete 6!), e di citazioni che riportano tutta la bellezza e la profondità delle parole di Levi, invogliando alla lettura dei suoi libri e all’approfondimento dei suoi temi.

Io Primo Levi non lo conosco, lo dico ora, o almeno non lo conoscevo per nulla prima di leggere questo Una stella tranquilla e ora mi è venuta voglia di comprare tutta la sua opera, perché questo fumetto me l’ha fatto sentire amico e vicino e insieme mi ha incuriosito, mantenendo il mistero sulla sua persona.
Direi quindi che l’opera di Scarnera è perfettamente compiuta e ve ne consiglio la lettura.Una stella tranquilla 15

Annunci
Archiviato in:fumetto e illustrazione, scaffale

About the Author

Pubblicato da

sono inquieta e pigra; un’ultra indipendente dal cuore tenero; sono timida e snob, sgarbata e sorridente, pensierosa e volatile, insicura e superba. sono tante cose insieme e spesso nessuna che conti davvero. ho un fascino a me nascosto che inspiegabilmente fa sì che la gente si ricordi di me. il più delle volte vorrei essere invisibile, ma ho un amore a tratti corrisposto per il palcoscenico, il più bel posto del mondo. ho il musetto da bimbetta ma le mie spalle sono larghe. tra tanti ho un desiderio e tra infinite un’idea fissa: permettermi il lusso di fare il lavoro che mi piace.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...